Perché e quando preoccuparsi della data certa di un documento

Per provare la precisa esistenza di un contratto, nel suo preciso e completo contenuto, in un determinato momento storico (e da quel momento in avanti) non è sufficiente inviare il documento come allegato a un messaggio di posta elettronica certificata, ma deve essere il medesimo contratto munito di firma elettronica con marca temporale. La data […]

La corretta applicazione dell’art. 2486 c.c. ai fini della liquidazione del danno per protrazione illecita dell’attività sociale da parte degli amministratori: la “parola” chiarificatrice della Suprema Corte

Il giudice deve utilizzare il “criterio dei netti patrimoniali” di cui all’art. 2486, comma terzo, c.c., così come novellato dall’art. 378 CCII, ai fini della liquidazione del danno, anche nei giudizi in corso al momento della sua entrata in vigore, a meno che in giudizio l’attore non deduca e individui elementi di fatto legittimanti l’utilizzo […]

PRESUPPOSTI (E LIMITI) DELLE MISURE PROTETTIVE NELLA COMPOSIZIONE NEGOZIATA DI GRUPPO E IL MANTENIMENTO DELLA CONTINUITÀ AZIENDALE DI GRUPPO

Se le prospettive di risanamento, nella composizione negoziata della crisi avviata da una holding, che esercita attività di direzione e coordinamento nei confronti di società controllate, appaiono orientate alla conservazione dell’attività amministrativa e gestionale facente capo alla holding e dell’attività d’impresa di alcune società del gruppo, unitamente alla previsione di liquidazione di altre società controllate, […]