Azione di rivendica e probatio diabolica “attenuata”

La probatio diabolica dell’azione di rivendica è attenuata qualora il convenuto non contesti l’originaria appartenenza ad un comune dante causa del bene conteso; l’esame di tale ipotesi non è oggetto di una eccezione in senso stretto, bensì conseguenza della corretta interpretazione della regola “iuris” che compete al giudicante, di talché il rivendicante che ne assuma […]

La responsabilità amministrativa da reato ex d.lgs. 231/01 a carico della capogruppo nell’ambito dei gruppi societari

Nell’ambito dei gruppi di società, quali sono i requisiti per l’estensione, a carico della capogruppo, dell’eventuale responsabilità amministrativa da reato (disciplinata dal d.lgs. 231/01) attribuita ad una società controllata dalla capogruppo stessa? – di Avv. Davide Mazzucato Il d.lgs. 231/2001 disciplina la responsabilità amministrativa a carico degli enti nel caso in cui soggetti apicali e/o […]

Il fallimento non interrompe il possesso ad usucapionem

Il fallimento  non interrompe i termini per l’acquisto di mobili e immobili per usucapione. Pertanto, anche ove il periodo di possesso continuato si concludesse dopo la pronuncia della sentenza dichiarativa di fallimento dell’intestatario, ovvero dopo la sua trascrizione nei registri immobiliari, l’acquisto sarebbe comunque opponibile alla procedura. La trascrizione ex art. 88 l.fall. è infatti prevista […]

Notifica alla casella PEC piena: scatta il termine breve per l’impugnazione?

Con ordinanza interlocutoria n. 32287 del 21.11.2023, la terza sezione della Corte di Cassazione ha rimesso gli atti al Primo Presidente, ai sensi dell’art. 374 comma 2 c.p.c., affinché valuti l’opportunità di assegnare la trattazione del tema alle Sezioni Unite. Nel caso specifico sottoposto al vaglio della Suprema Corte, un ricorso per cassazione veniva notificato […]

Caparra confirmatoria e assegno bancario

Quale sorte tocca alla caparra confirmatoria data a mezzo di assegno bancario non incassato, in caso di inadempimento del contratto? Appare diffusa nella pratica degli affari la dazione di un assegno bancario quale caparra confirmatoria; il caso tipico è quello in cui in un contratto preliminare Tizio si obbliga con Caio a comprare un immobile […]

Finanziamento soci: in assenza degli elementi ragionevolezza e regolarità formale, in presenza di gravi motivi, i versamenti alla società rappresentano utili non dichiarati

La Suprema Corte, con la pronuncia n. 27366 del 26 settembre 2023, è giunta alla conclusione per cui in assenza degli elementi di ragionevolezza e di regolarità formale, in presenza di gravi motivi, i versamenti alla società rappresentano utili non dichiarati. A tal fine è stato ritenuto irrilevante, ai fini dell’opponibilità dei finanziamenti soci all’amministrazione […]

MEDIAZIONE E DOMANDA RICONVENZIONALE: LA “PALLA” PASSA ALLA SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

Il Tribunale di Roma, con la pronuncia n.9450 del 13 giugno 2023, ha disposto rinvio pregiudiziale degli atti alla Suprema Corte di Cassazione ex art. 363-bis c.p.c. per la risoluzione della questione relativa all’eventuale sussistenza di obbligo di mediazione a fronte di proposizione di domanda riconvenzionale. La vicenda trae origine nell’ambito di una controversia in […]

CONCORRENZA SLEALE: L’AMMINISTRATORE DI UNA SOCIETÀ È RESPONSABILE?

Con la sentenza n. 12092 dell’8.05.023 la Corte di Cassazione ha osservato come anche l’amministratore di una società è responsabile di concorrenza sleale ex art. 2598 c.c.  Nel dirimere una controversia in relazione allo storno di 180 tassisti da parte di una cooperativa, attraverso l’invio di una comunicazione per metterli al corrente del non veritiero […]

RUSSIAN ROULETTE CLAUSE: esame di validità ed efficacia della clausola di common law nel sistema di civil law

Con questa interessante ed argomentata pronuncia, la n. 22375/2023, la Corte di Cassazione ha approfonditamente esaminato la natura e la legittimità della c.d. “Russian roulette clause”, di provenienza anglo-americana, rispetto alla normativa ed ai principi civilistici nazionali, confermando come il suo inserimento in un patto parasociale di una società coinvolgente due soci paritari costituisca valida […]